Per informazioni chiamaci tel. 347 5409708 | info@iltarassaco.com

Amaro al Tarassaco (ricetta storica)

17.00

Descrizione

L’Amaro al Tarassaco è la più antica ricetta di proprietà della nostra famiglia. Il bisononno Alcide ha sempre avuto passione per la produzione artigianle di amari medicinali alle erbe e forte di alcune ricette di preparati popolari, sperimentò varie miscele di piante officinali e aromatiche. Negli stessi anni, nasceva la scuola di Maria Treben, studiosa delle tradizioni erboristiche del nord europa (Austria e Germania), che riporterà nel tempo una grande fortuna di pubblico e permetterà all’erboristeria di uscire dai soli confini delle tradizioni popolari. Il nonno Luigi darà invece a questo particolare amaro il gusto e il corpo che oggi conosciamo. Partendo dall’attività del padre e scegliendo con cura i dosaggi e le piante aventi carattere amaro-stomachiche, realizzerà la ricetta definitiva attuale, oltre che fondare la piccola azienda famigliare, ancora oggi chiamata “Il Tarassaco”.

Tra gli ingredienti troviamo: Tarassaco, Carciofo, Salsapariglia, Calendula, Artemisia, Calamo aromatico, China, Rabarbaro, Farfara, Elicirsio, Zenzero, etc. Il tono alcolico è di soli 20 gradi (una scelta atta a favorire meglio l’esaltazione dei sapori e a renderlo più leggero per l’assunzione in caso di patologie gastriche).

L’Amaro al Tarassaco potete assumerlo dopo pasto, nel caso di digestione lunga e difficile, oppure (come da tradizione storica degli amari di erbe all’origine) diluito in poca acqua con ghiaccio come aperitivo. Le propietà stomachiche (date dall’Artemisia e dallo Zenzero) stimolano la digestione favorendo poi il processo digestivo e il senso di fame. Le erbe colagoghe (Carciofo, Cardo Mariano, Tarassaco, Rabarbaro), facilitano la produzione e escrezione della bile, favorando la funzionalità epatica e anche digestiva.

La produzione, così come per tutti i nostri preparati, è soggetta a disponibilità, in funzione dei periodi di macerazione e qualità di tutte le essenze. Leggere variazioni nelle sfumature di colore, aroma e sapore, pur nell’integrità della ricetta, sono da considerarsi testimoni dell’artigianalità e qualità del prodotto.

Piccole  ricette:

  • Versate un cucchiaio di amaro al tarassaco su una pallina di gelato al latte, alla crema o al caffè, ne stempera la dolcezza, ne esalta il gusto e migliora la digestione. Da provare!!
  • Due cucchiai di amaro in un bicchiere di acqua gasata (o selz, o acqua tonica), un cubetto di ghiaccio e una foglia di melissa, un perfetto aperitivo alle erbe! Un tempo gli amari di erbe erano consumati prima dei pasti con aggiunta di acqua proprio per permettere una miglior digestione, erano bevande aperitive con principi attivi atti a stimolare i processi digestivi.
  • E’ possibile sfumare una spadellata di erbe spontanee, magari prima di aggiungere uova e fare una frittata, oppure sfumare un piatto a base di carne di maiale per togliere la sensazione di grasso al palato e per esaltarne il sapore.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Amaro al Tarassaco (ricetta storica)”